Attrezzatura e metodi - Principi generali

montura

Criteri per una strategia corretta


Capacità tecnica della guida

La capacità di muoversi in sicurezza su terreno facile non è sempre una caratteristica scontata di chi comunque si muove agevolmente su difficoltà elevate in roccia. Per muoversi con destrezza su terreno facile è richiesto uno spiccato senso di equilibrio, esperienza nell'individuare in modo dettagliato l'itinerario da seguire, concentrazione nell'eseguire i movimenti nel seguire quelli del cliente e non da ultimo una costante consapevolezza dei rischi che si corrono.

Capacità tecnica del cliente

Per fare delle scelte corrette nell'uso della corda corta, è indispensabile fare una valutazione corretta delle capacità di movimentazione del cliente. Tale valutazione deve essere fatta al momento e di continuo osservandolo e ascoltandolo.

Peso del cliente

Il rapporto di peso tra guida e cliente rimane un fattore fondamentale nella scelta delle tecniche di corda corta. Esiste una notevole differenza nel gestire la sicurezza di progressione di una ragazzina del peso di 45 Kg rispetto a un cliente di 98 Kg.

Numero dei clienti

Analogamente al fattore peso, anche il numero dei clienti che si hanno in cordata influisce sulle scelte di progressione-assicurazione. Non si tratta solamente di una semplice moltiplicazione del peso ma di maggiori difficoltà nel gestire la corda in modo corretto.

Scarpe

Su terreno facile, la calzatura assume un ruolo importante per la progressione sia del cliente, sia della guida. L'aderenza e l'adattabilità della suola alla struttura del terreno hanno un'importanza rilevante. La guida deve considerare in ogni situazione le qualità della calzatura che, sia lui, sia il cliente stanno portando.

Ramponi

Il rampone ha un ruolo importante nella progressione sia del cliente, sia in quella della guida. Il tipo di rampone con o senza anti-zoccolo (l'utilizzo dell'anti-zoccolo è fondamentale per la sicurezza), con punte corte o lunghe, il tipo di scarpone leggero o pesante in base al tipo di terreno, hanno un'importanza rilevante. La guida deve considerare in ogni situazione le caratteristiche dell'attrezzatura che lui e il cliente stanno utilizzando.

Condizioni psicofisiche

Una continua valutazione delle condizioni psicofisiche sia della guida, sia del cliente è indispensabile per una corretta gestione della corda corta. Stanchezza dopo una lunga via, indisposizione, paura...

Condizioni ambientali

Precipitazioni, temporali, visibilità e temperatura influiscono sulla scelta delle tecniche di sicurezza e di progressione. Lo stesso percorso, con condizioni ambientali avverse, oppure affrontato nelle prime ore del giorno o nelle ore più calde, può mutare notevolmente il carattere di difficoltà e pericolosità. In particolare in alta montagna, la neve marcia, il pericolo scariche di sassi, il più facile cedimento di un ponte di neve o la difficoltà a camminare fuori traccia sono aspetti da considerare sempre nella scelta corretta delle strategie di conduzione della cordata.

VERSIONE PDF PER LA STAMPA

  VISUALIZZA PDF