Attrezzatura e metodi - Autosoccorso

montura

Paranchi


Obiettivi paranchi


1. Recuperare il compagno appeso alla corda
2. Ridurre al minimo gli attriti di scorrimento della corda
3. Sollecitare in modo corretto l'ancoraggio durante la fase di recupero
4. Ottimizzare gli spazi e l'efficacia del paranco, massimizzando l'escursione di ogni fase di sollevamento

Paranco di aiuto

  • 1

  • 2

  • 3

Obiettivo

Aiutare il compagno di cordata a superare un passaggio.

Situazione

1. Il primo di cordata è autoassicurato in sosta e assicura con la piastrina il secondo di cordata in difficoltà
2. Predispone un autobloccante marchand sulla corda carica
3. Realizza un paranco semplice inserendo direttamente il ramo di corda lasca che esce dalla piastrina nel moschettone del marchand
4. Fa scorrere il marchand sulla corda carica verso il basso
5. Recupera facendo scorrere la corda nella piastrina


Paranco doppio con triangolo mobile

  • 1

  • 2

  • 3

  • 4

Obiettivo

Recuperare il compagno di cordata non in grado di progredire

Situazione

1. Il primo di cordata è autoassicurato in sosta e assicura con la piastrina il secondo di cordata in difficoltà
2. Predispone un autobloccante marchand con moschettone sulla corda carica
3. Recupera la corda che esce dalla piastrina creando una riserva
4. Realizza sulla stessa un nodo barcaiolo su un moschettone
5. Fa scorrere il marchand sulla corda carica verso il basso
6. Inserisce la corda a monte del barcaiolo nel moschettone dell'autobloccante
7. Inserisce la stessa in un altro moschettone inserito nel foro a valle della piastrina
8. Con la stessa corda ritorna a valle e la inserisce nel moschettone del barcaiolo. Si è creato così il triangolo mobile
9. Recupera la corda azionando il paranco che lasca la corda in carico
10. Tenendo bloccato il paranco recupera in assenza di attrito la corda lasca
11. Ripete l'azione fino al raggiungimento dell'obiettivo


Paranco triplo con triangolo mobile

Obiettivo

Recuperare il compagno di cordata non in grado di progredire in presenza di forte attrito.

Situazione

1. Il primo di cordata è autoassicurato in sosta e assicura con la piastrina il secondo di cordata in difficoltà
2. Predispone un autobloccante marchand con moschettone sulla corda carica
3. Inserisce la corda lasca che esce dal barcaiolo di autoassicurazione nel moschettone del autobloccante marchand
4. Dopo aver fatto scorrere il marchand sulla corda carica verso il basso realizza sulla stessa un nodo barcaiolo su un moschettone
5. Recupera la corda che esce dalla piastrina creando una riserva
6. Realizza sulla stessa un nodo barcaiolo su un moschettone
7. Inserisce la corda a monte del barcaiolo nel moschettone del primo barcaiolo realizzato
8. Inserisce la stessa in un altro moschettone inserito nel foro a valle della piastrina
9. Con la stessa corda ritorna a valle e la inserisce nel moschettone del barcaiolo. Si è creato così il triangolo mobile
10. Recupera la corda azionando il paranco che lasca la corda in carico
11. Tenendo bloccato il paranco recupera in assenza di attrito la corda lasca
12. Ripete l'azione fino al raggiungimento dell'obiettivo

 


VERSIONE PDF PER LA STAMPA

  VISUALIZZA PDF